PESTICIDI. Esposto contro utilizzo elicottero nei 7 comuni DOCG prosecco TV

PESTICIDI

Esposto per NO utilizzo elicottero nei 7 comuni della DOCG prosecco trevigiana

Comunicato stampa - Vidor, 11 agosto 2012

 


Anche quest’anno è stato utilizzato massicciamente l’elicottero autorizzato da sette comuni (su 15) della DOCG prosecco del trevigiano.

Un utilizzo illegale e pericoloso, motivato da parecchie osservazioni che una decina di cittadini firmatari dell’esposto hanno elencato in nove osservazioni documentate e ragionate alla Procura ed al Prefetto di Treviso.

Essi chiedono che non venga rilasciata l’autorizzazione del mezzo aereo per la dispersione dei pesticidi nei circa duecento ettari di vigneti dei sette comuni della D.O.C.G. prosecco in indirizzo, poiché, tenuto conto delle osservazioni proposte, l’autorizzazione non appare come il riconoscimento di un diritto dell’agricoltore a tutelare il proprio raccolto, ma come un privilegio concesso a pochi a scapito dei diritti altrui e della salute pubblica.

 

Le osservazioni che si possono riassumere nelle conclusioni dell’esposto stesso sono:

- dell’assenza delle condizioni di eccezionalità ed urgenza nei trattamenti da effettuare;

- della facile accessibilità con i mezzi meccanici classici;

- dell’assenza di garanzie, informazioni e documentazioni fornite da ulss e sindaco per tutelare e proteggere la salute pubblica, come ad esempio nella vendemmia, nella potatura o altri lavori simili;

- dell’assenza di esami specifici ed attendibili dei contenuti del serbatoio dei fitofarmaci dispersi dall’elicottero;

- dell’assenza di schede di rischio specifiche sui coformulanti dei pesticidi dispersi dall’elicottero;

- della distribuzione di case e vigneti priva di una seria regolamentazione e pianificazione urbana ed agricola;

- del grave ed evidente danno ambientale per la grande dispersione delle sostanze chimiche irrorate dall’alto che finiscono in maggior parte fuori bersaglio e, a causa dell’effetto “deriva”, contaminano le coltivazioni adiacenti, i corsi d’acqua, le strade e qualsiasi cosa si trovi nelle vicinanze dei vigneti trattati;

- dell’effetto della perdita di fertilità del terreno cosparso ripetutamente da grosse quantità di rame che vanno fuori bersaglio, rame che in qualità di “metallo pesante” si accumula anno dopo anno sul terreno (e, data la sua dimostrata fitotossicità, influisce negativamente sull’attività biologica del terreno impoverendolo. in modo particolare è stato dimostrato il suo effetto altamente tossico per i lombrichi;

- delle limitazioni alla libertà personale dei cittadini e dei gruppi vulnerabili e del pericolo che l’uso del mezzo aereo comporta per i residenti nei fondi adiacenti a quelli trattati.

 

Cordiali saluti

(per i firmatari dell’esposto)

Gianluigi Salvador

T 0438 894072

 

Leggi l'esposto


Leggi gli allegati:

Allegato 1

Allegato 2

Allegato 3

Allegato 4

Allegato 5

Allegato 6

 

 

Nella foto con la linea blu è evidenziata la strada di accesso alla proprietà del cittadino che ha fatto l’esposto, strada regolarmente irrorata con pesticidi da parte dell’elicottero, impedendo agli abitanti un libero utilizzo della strada stessa. In particolare nella foto sta irrorando il vigneto 1 con un’auto parcheggiata.