The Regime of Emergency

 

Cari amici,

il promo de “The Regime of Emergency”, il documentario a cui abbiamo lavorato per piu di un anno, è finalmente online!
Come wasteemergency.com, una squadra di giornalisti freelance e videomakers, siamo lieti di presentare il promo di questo documentario di inchiesta sul fenomeno emergenza rifiuti in Campania. Alla fine del 2007, il mondo è rimasto scioccato dalle immagini di Napoli ricoperta di rifiuti. Oggi, mentre Napoli è nuovamente ricoperta di immondizia, vogliamo esporre la vera storia del fenomeno emergenza rifiuti: 15 anni di disastro ambientale, sociale e politico di rilevanza mondiale. Mentre troviamo una televisione interessata nell’acquisto o nella co-produzione del documentario, siamo felici di mostrarvi questo promo, augurandoci che lo diffondiate tra i vostri amici.


Partendo dalle origini, ovvero dalla Riunione di Villaricca degli anni 80, il promo spiega che cos’è il fenomeno emergenza rifiuti.

Un’emergenza infinita, che dura da 15 anni, non può certamente più definirsi emergenza, piuttosto status quo. È situazione endemica che si protrae nel tempo, con picchi di intensità che vengono presentati al mondo come ‘emergenze’. Tramite l’uso della tecnica fiction viene ricostruita la riunione in cui la Campania venne assegnata a tavolino a diventare la discarica di rifiuti tossici d’Italia. Si passa poi ad una ricostruzione storica, grazie ad articoli di giornale, alle origini dell’emergenza di rifiuti solidi urbani, nel tempo diventata la migliore copertura ‘naturale’ al traffico di rifiuti speciali – traffico che viene mostrato in tutta la sua mostruosità in varie immagini girate sul campo. Dai Regi Lagni alla Terra dei Fuochi, fino ad arrivare alle discariche autorizzate.

Ma l’emergenza rifiuti è una torta che la Camorra ha spartito con la politica (locale e nazionale, passando anche per la Massoneria deviata) e con piccole imprese locali e grandi imprese del Nord. Si arriva cosi al disastro Impregilo, mostrato in tutta la sua letterale vastità con riprese di Taverna del Re e Marruzzella. Non si può certamente raccontare questa storia lasciando da parte il cardine della vicenda: il Commissariato di Governo all’Emergenza Rifiuti, in pratica un braccio dello Stato Italiano che temporaneamente agisce in maniera straordinaria – e ultimamente in deroga alle leggi nazionali e comunitarie - per risolvere la pestilenza dell’emergenza rifiuti.

Peccato che, in 15 anni di Commissariato e 7 commissari diversi, il problema non sia ancora stato risolto, come dimostra l’attuale nuovo picco d’emergenza. Perché? Perché, come spiega ed investiga il documentario, risolvere l’emergenza significherebbe uccidere uno dei business sporchi più lucrativi in Italia. Lo raccontano, senza remore, gli eco-mostri di Pustarza e Sant Arcangelo Trimonte, due enormi discariche costruite nel 2008 per ‘risolvere definitivamente il problema. Due tagli netti, due mutilazioni genetiche effettuate tra olivi secolari e fertili campi di grano. Lo raccontano tutte le altre mutilazioni, che purtroppo risultano come minimi tagli su di un corpo gia orribilmente rovinato. Da Terzigno, a Chiaiano, da Giugliano a San Tammaro la Campania si snoda deforme, satura. E, a chi vive nel Regime dell’Emergenza, è impedito con la forza ogni tentativo di guarigione della Campania Felix.

 

Dear friends,

The promo of “The Regime of Emergency”, the documentary we have been working on for over a year, is finally online!
As wasteemergency.com, a team of Italian freelance journalists and videomakers, we are pleased to present the promo of this investigative documentary about waste emergency phenomenon in Campania (Southern Italy). In late 2007, the World was shocked with images of Naples covered in rubbish. Today, while Naples is once again covered in garbage, we want to expose the real story of waste emergency phenomenon: a 15-year-long environmental, social and political disaster of worldwide relevance. While waiting to find a TV interested in acquiring or co-producing the documentary, we are happy to entertain you with the promo, hoping you will share it with your network of friends.

Starting from the origins, thus from the Reunion of Villaricca in the 80s, the promo explains the nature of the waste emergency phenomenon.

A never-ending emergency, that endures since 15 years, surely cannot be defined as ‘emergency’, rather as a status quo. It is an endemic situation stretched along time, with intensity peaks that are presented to the world as ‘emergencies’. Through fiction the authors represent the reunion that scientifically set Campania as a dump site for Italian toxic waste. They then show – with newspaper articles - the historic origins of solid waste emergency, that with time has become the best ‘natural’ cover up for the trafficking of special waste – as showed in the horrifying images shot on field: from Regi Lagni to the Land of Fire, even reaching authorised landfills.

Waste emergency is a cake that Camorra has split with politics (local and national, passing by deviated Masonry) and with small local and large northern companies. Following, the Impregilo’s disaster is explained in all its vastness, with images of Taverna del Re and Marruzzella. The hinge of the story must be told: the role of the Undersecretary for Waste Emergency, basically an arm of the Italian State that temporarily acts extraordinarily – in derogation of Italian and EU laws – in order to solve the pest of waste emergency.

But in 15 years of Undersecretary and 7 different undersecretaries the problem was not solved, as the new peak of emergency witnesses. Why? Because, as the investigative documentary exposes, solving the problem would mean killing one of the most dirty lucrative business in Italy. It is witnessed, with no qualms, the eco-monsters of Pustarza and Sant Arcangelo Trimonte, two enormous landfills built in 2008 ‘to solve the problem once for all’. They are two sharp cut, two genetic mutilation drawn on secular olives and fertile grain fields. The disaster is also witnessed by other mutilations, that unfortunately seem minor wounds on a already horribly ruined body. From Terzigno to Chiaiano, from Giugliano to San Tammaro, Campania unfolds crooked and saturated. And those who live under the Regime of Emergency are prevented from any attempt of healing their Campania Felix.