Cronaca

Pacher non sa più che slitte pigliare

Inceneritore, il bando slitta a ottobre

Pacher: «Incertezze nel quadro nazionale ma rimaniamo decisi a lavorare in fretta»

l'Adige - Zenone Sovilla, 8 maggio 2012

 

L’inverno scorso era stato annunciato per la fine della primavera, adesso è atteso per ottobre: anche il nuovo bando sulla costruzione dell’inceneritore di Trento ha vita difficile, come spiegava ieri il vicepresidente della Provincia, Alberto Pacher, pur confermando che «l’impianto si farà». Il primo bando era andato deserto nel dicembre 2010: solo silenzio dalle imprese che avevano manifestato interesse (otto avevano partecipato al sopralluogo nell’area di Ischia Podetti). Fra i nodi più indigesti per le aziende, all’epoca, c’erano la durata della concessione (pochi vent’anni prima del trasferimento dell’impianto alla proprietà pubblica) e i rischi di gestione connessi con il progressivo aumento della raccolta differenziata, che ovviamente sottrae carburante all’inceneritore (si era ipotizzato di compensare il calo dei rifiuti solidi urbani con quote di speciali).

 

Leggi tutto