Cronaca

Ciao Paolo

Ciao Paolo

 

Il lutto. La lettera dei colleghi del Servizio Ambiente. Lunedì il funerale

Comune, è morto Paolo Caracristi

l’Adige, 14 gennaio 2012


È morto Paolo Caracristi. Si trovava per delle cure all'ospedale di Bologna. Aveva 56 anni. Figura molto nota nella città di Trento, al lavoro in Comune a Trento dal 1978, aveva lavorato al servizio Reti, all'Edilizia e, negli ultimi anni, all'Ambiente, dove - viene detto in municipio - aveva seguito con straordinaria passione e competenza il passaggio al nuovo sistema di raccolta dei rifiuti «porta a porta» e l'apertura dei Centri raccolta materiali. Il funerale verrà celebrato lunedì alle 14.30 presso la chiesa parrocchiale di Gardolo.

I colleghi del Servizio Ambiente del Comune hanno scritto una lettera di ricordo:

«Il dolore, il senso di disperazione e di inutilità, il grande vuoto di questa mattina qui in ufficio sono indescrivibili. Sulla tua scrivania, quella che hai occupato per tanti anni, solo una candela accesa e gli sguardi attoniti di tutti i tuoi colleghi. E gli occhi pieni di lacrime Paolo, lacrime sincere che nessuno di noi riesce a trattenere e che lasciamo correre sulle nostre guance quasi a cercare consolazione a vicenda. Te ne sei andato dopo un breve ricovero all'ospedale. Sembrava una cosa risolta, una cosa da poco che ti avrebbe permesso di tornare alla tua vita di sempre. E invece ecco la tragica, incomprensibile conclusione.

Te ne sei andato così, gentilmente, come gentilmente hai vissuto sempre al fianco della tua famiglia e anche al fianco di noi colleghi. Eri davvero speciale, e non sono le solite parole di rito. Eri veramente speciale, Paolo: gentile, disponibile, semplice, amico di tutti, una parola buona sempre per ognuno di noi. Era un piacere lavorare al tuo fianco, la tua professionalità una garanzia, la tua disponibilità nei confronti dei colleghi più giovani una vera perla rara, il tuo stile di vita, semplice, genuino, intriso di sani principi, un esempio e uno stimolo per tutti noi. (...) Vorremmo (...) dire a tua moglie ed ai tuoi figli che il tuo ricordo rimarrà indelebile dentro di noi».