Cronaca

L’acqua sbriciola pneumatici

È notizia di fine 2011 l'assegnazione del Premio Ambiente Euregio a Comincini ed Azzolini per il riciclaggio degli pneumatici.

Già in un articolo de l’Adige di due anni fa, dal titolo “Pneumatici fuori uso risorsa per le aziende” (leggi qui), si proponeva la stessa praticabile tecnologia per porre un freno ai costosi ed inquinanti smaltimenti, o incenerimenti, della frazione degli pneumatici.

Ci chiediamo per quali ragioni progetti innovativi ed ecologici non trovino adeguato supporto da parte dell’ente pubblico, con gli enti di ricerca di cui dispone, e l’interesse a fare business della parte imprenditoriale.

È condivisibile quanto scrivevano due anni fa gli ideatori di questo brevetto:

Noi non vorremmo che il sistema uscisse dal Trentino Alto Adige, il progetto è innovativo e vorremmo vedesse la luce nella nostra realtà regionale. Le ricadute in termini ambientali, recupero di materie prime, posti di lavoro non vorremmo venissero sfruttate da altri prima che nella nostra realtà”.

 

Redazione Ecce Terra

Trento, 4 gennaio 2012

 

 

Il brevetto di Comincini e Azzolini per il riciclo totale al Premio Ambiente Euregio

L’acqua sbriciola pneumatici

l’Adige – Angelo Zambotti, 31 dicembre 2011


GIUDICARIE. In Europa ogni anno vengono fabbricati 355 milioni di pneumatici. Come per tanti altri prodotti, il problema non sta tanto nella fabbricazione, bensì nello smaltimento quando lo pneumatico ha svolto per intero il proprio compito. Tanto per fare un esempio, nel 2009 il Vecchio Continente ha dovuto fare i conti con 3,2 milioni di tonnellate di pneumatici fuori uso (comunemente chiamati Pfu).

[…]

Una soluzione per migliorare questa situazione è stata pensata da Alfredo Comincini, meccanico giudicariese che ha ideato un brevetto per l’eco-smaltimento di Pfu con riciclo totale dei materiali.

[…]

L’idea è stata messa nero su bianco da Gabriele Azzolini, giovane di Dasindo laureato in economia, che ha presentato il progetto al recente “Umweltpreis-Premio Ambiente Euregio”, conclusosi la scorsa settimana a Bolzano.

[…]

L’auspicio di Comincini e Azzolini, che continueranno nella divulgazione del proprio progetto, è quello che qualcuno interessato a questo business bussi alla loro porta quanto prima, magari anche su spinta delle istituzioni viste le positive ricadute che questo tipo di smaltimento degli pneumatici avrebbe sull’ambiente.

 

 

     Lucca, biciclette con... pneumatici