Cronaca

Le Acli riconfermano la loro critica, se non contrarietà, all’inceneritore trentino

Le Acli riconfermano la loro critica, se non contrarietà, all’inceneritore trentino

(leggi gli articoli cliccando sui titoli)

 


Dalla festa di Predazzo i messaggi forti del presidente: «Dobbiamo chiederci se non vadano riviste certe scelte, dalle Comunità di valle all’inceneritore: serve una regia»

«Mettere assieme i cattolici che intendono spendersi anche in politica; dopo il 12 e 13 giugno chi è andato a votare vuole un impegno diverso in democrazia»

«Ripensare Metroland e Valdastico»

Dalfovo, presidente delle Acli: sono priorità? Ai cattolici: ritorno in politica con un sinodo

l’Adige – F.T., 8 agosto 2011


[…]

No all’inceneritore.

«Anche Dellai ammette che è cambiato il mondo attorno a noi - ci ha detto Dalfovo a margine dell’intervento - e di fronte a ciò dobbiamo chiederci se non vadano riviste certe scelte, dalle Comunità di valle a Metroland, dall’autostrada Valdastico all’inceneritore. Sono queste le priorità per il Trentino, o dobbiamo rivederle?

Chiediamo però che non sia il cuoco di bordo a rispondere, ma il capitano a darci la rotta, e pretendiamo una regia che in questo momento manca».

[…]

 

 

«Tagliatevi subito le indennità»

Alla festa delle Acli il presidente Dalfovo ha incalzato i consiglieri provinciali

Trentino, 8 agosto 2011


[…]

Ma Dalfovo non si è fermato qui. Un altro punto molto importante del suo discorso ha riguardato il futuro del Trentino e le scelte da fare nei prossimi anni: «Forse è opportuno rivedere certe scelte. I tempi sono cambiati e anche la situazione economica. Non penso che si possa andare avanti come se non fosse successo niente. Certe cose non si possono più fare». Il presidente delle Acli si riferisce soprattutto ai progetti faraonici che la giunta Dellai ha per il futuro: «Nell’agenda ci sono cose come Metroland e inceneritore. Quello che noi chiediamo è che queste scelte vengano riviste. Non diciamo che per forza debbano essere cambiate, ma almeno si faccia una verifica delle priorità. Si dovrà vedere le risorse a disposizione e guardare cose si può fare…». 

[…]