Cronaca

A rischio, per l’inceneritore trentino, 3 milioni di euro l’anno

A rischio, per l’inceneritore trentino, 3 milioni di euro l’anno

Eco dalle Città, 26 aprile 2011

 


Il decreto Romani, tagliando gli incentivi sulle fonti rinnovabili, ridurrà anche quelli per gli impianti che producono energia bruciando i rifiuti - da L'Adigetto.it del 24.04.2011


Il progetto per l’inceneritore di Trento potrebbe subire un altro contraccolpo, dopo che è stato preso atto che il decreto Romani che, accanto al taglio degli incentivi per i pannelli solari e altre fonti di energie rinnovabili, ridurrà del 40-50% anche i finanziamenti per gli inceneritori.

 

A Trento, come in altre aree dove i progetti sono in stadio di forte avanzamento, si temono importanti ripercussioni sulle tariffe di conferimento rifiuti, ma anche sull’energia elettrica venduta, considerato che i certificati verdi coprono una parte consistente dei ricavi dell’inceneritore.

 

Ma per salvare dai tagli Trento, dove ancora non c’è un progetto avviato ed una richiesta al gestore dell’energia nazionale, non basterebbe nemmeno la retroattività prevista dal decreto.

Nello studio di fattibilità provinciale, i certificati verdi valgono 2 milioni e mezzo di euro l’anno, sui 12 di risultato lordo di esercizio previsto.

 

I certificati verdi sono dei titoli di credito che i produttori di energia da fonti rinnovabili maturano e possono vendere ai consumatori di energia, che li devono produrre o acquistare.

 

L’impressione è che la politica economica di Tremonti, volta sostanzialmente a risanare lo Stato, possa anche portare alla morte del paziente.

È di qualche giorno fa la vibrante protesta del ministro Galan, che ha preso atto che non ci sono quattrini per i beni culturali così come non ne aveva trovati al Ministero delle Politiche agricole.

È di questi giorni la notizia che “per qualche euro in più” Tremonti ha deciso che il rinnovo della concessione dell’A22 vada all’asta. Ora, l’amara scoperta che Romani ha deciso di gettare l’acqua con dentro il bambino lavato.