Cronaca

Salute, Michelangiolo!

Salute, Michelangiolo!


Ci siamo sentiti poco tempo fa, discreto e presente come sempre; mi avevi scritto:

La salute per Ivan Illic, pensatore critico della medicalizzazione nei "favolosi" anni '70 del secolo scorso, era ... "semplicemente una parola del linguaggio quotidiano che designa l'intensità con cui gli individui riescono a tenere testa ai loro stati interni ed alle condizioni ambientali"... mentre per quanto riguarda "un popolo", la salute dipende ..."dal modo in cui le azioni politiche condizionano l'ambiente e creano quelle circostanze che favoriscono in tutti, e specialmente nei più deboli, la fiducia in se stessi, l'autonomia e la dignità".

 

Non avevi paura di essere te stesso, anche se ti è costato troppo scegliere di stare dalla parte giusta.

Hai vissuto la tua vita e professione come una “missione”, diventata naturalmente scelta di campo.

Stai vicino ad Adriana e Francesca, e a noi.


“Salute, ce n’è bisogno”

Adri


Trento, 25 agosto 2012

 

 

Arrivederci fratello mare

Nazim Hikmet


Ed ecco ce ne andiamo come siamo venuti
arrivederci fratello mare
mi porto un po' della tua ghiaia
un po' del tuo sale azzurro
un po' della tua infinità
e un pochino della tua luce
e della tua infelicità.
Ci hai saputo dir molte cose
sul tuo destino di mare
eccoci con un po' più di speranza
eccoci con un po' più di saggezza
e ce ne andiamo come siamo venuti
arrivederci fratello mare.