Il Comune risponde su "incompetenza assoluta" a indire la gara per l'inceneritore

Il Comune risponde su "incompetenza assoluta" a indire la gara per l'inceneritore

 

Come già evidenziato su altro intervento, nella memoria difensiva di Nimby trentino depositata al Tar, è sottolineata la “incompetenza assoluta” del Comune di Trento ad indire il bando di gara per l’inceneritore, in mancanza di un preciso atto della giunta provinciale.

Per sintetizzare il seguito di quella parte della memoria, riportiamo:

- sotto, il testo corrispondente della memoria;

- l’interrogazione del consigliere comunale Giovanna Giugni, delegata alla Trasparenza e ai rapporti con i cittadini;

- alcuni articoli in cronaca;

- la risposta del Comune di Trento.


Direttivo Nimby trentino

Trento, 29 luglio 2010


 

Stralcio dalla memoria difensiva depositata al Tar (pagg. 14 e 15)

 

Quanto al motivo di doglianza riferito alla incompetenza assoluta del Comune di Trento ed alla violazione dell’art. 72 del TULP si insiste per ritenere tale censura una manifesta violazione di legge e dunque una censura di legittimità addirittura preordinata alla nullità del bando per incompetenza assoluta. Non vi è alcuna ingerenza di merito in simile vizio che puntualmente richiama la norma violata, vale a dire un articolo 72 che non lascia scampo.

L’interpretazione autentica non aiuta le Controparti ma ribadisce come il superamento del termine (perentorio) ed il mantenimento di funzioni in capo al Comune debba rispondere ad un preciso atto di Giunta Provinciale che “potrebbe conservare le suddette attribuzioni in capo allo stesso Comune”. L’interpretazione autentica (doc. 14) conclude testualmente  richiamando a sua volta un atto di Giunta provinciale “che però potrebbe far salva la posizione del Comune”.

L’uso del verbo “potrebbe” al condizionale dà ad intendere che si tratta di una facoltà/opportunità da esercitare in modo puntuale ed a seguito di un preciso vaglio che, per quanto insindacabile, va reso noto e del quale ad oggi non vi è riscontro. A pag. 44 della memoria del Comune di Trento del 25.3.2010 si afferma genericamente che “la Provincia … ha ritenuto di conservare in capo al Comune le competenze ad esso attribuite al fine di realizzare l’impianto”, senza tuttavia dare conto di quale sia l’atto confermativo di tali competenze di cui si chiede la produzione in sede istruttoria.

video

Contenuto alternativo flash

Per visualizzare questo Flash hai bisogno del Javascript sul vostro browser e la versione aggiornata del player flash.