Renzi e l’inceneritore. “Dedicato ai nostri figli”

Renzi e l’inceneritore. “Dedicato ai nostri figli”

 

 

Interventi correlati

Cene, viaggi, fiori, pasticcini

La Corte dei Conti indaga su Renzi

il Fatto Quotidiano - Davide Vecchi, 21 settembre 2012

 

Le proposte per amare l'Italia

Lettera aperta di Laura Puppato

 

 

Per conoscere le eventuali novità di una proposta politica di un emergente personaggio basta guardare qual è la sua posizione sulla questione rifiuti e incenerimento.

Nel caso dell’attuale segretario del PD, Pierluigi Bersani, quand’era ministro del governo Prodi, è diventata famosa la sua bacchettata alla Federazione dei Medici dell’Emilia Romagna che aveva inviato una chiara letteracritica e contraria all’incenerimento, agli amministratori della loro regione.


Ora Matteo Renzi si candida a suo successore, senza riuscire a distinguersi da Bersani, anzi con migliori trovate ad effetto; come quando, in una trasmissione televisiva del 2008, si infervorò a tal punto da non lasciar parlare i presenti. Asserì che gli inceneritori non provocano danni alla salute, mettendo a tacere l’oncologa Patrizia Gentilini, che tentava di aggiornare Renzi e telespettatori sullo Studio delle ricadute sulla salute condotto nella zona di Coriano (guarda il video della trasmissione: prima parte e seconda parte), in cui sono presenti due inceneritori. Questo studio, finanziato dalla Comunità Europea con qualche milione di euro, conferma un significativo aumento di tumori.

 

Invece di atteggiarsi a esperto di rifiuti, salute o autonomia, Renzi potrebbe imparare qualcosa dal Trentino, lasciando parlare i fatti di una gestione che, negli anni recenti, ha fatto assai meglio delle mediocri politiche della sua provincia e della sua città, e non solo perché siamo “autonomi”. La scelta della politica fiorentina, o dell’ambizioso sindaco di Firenze, non pare frutto di alcun “buon senso”, come recitava una loro scadente campagna propagandistica di fine 2007. Uno degli slogan che la accompagnava - “Termovalorizzatore: meno rifiuti più energia. Dedicato ai nostri figli” - era particolarmente lungimirante.


Si potrebbe dire “largo alle donne!”. A Laura Puppato, anche lei candidata alle primarie del Pd, che in quanto a galateo non teme alcun confronto col collega fiorentino. Anche il consigliere provinciale del Pd, Michele Nardelli, tifa per lei, preferendo tuttavia rimanere saldamente aggrappato a Bersani.

 

Adriano Rizzoli

Trento, 27 settembre 2012

 

 

     Vignetta di Telese. Dal sito Jhonny7