Acciaieria a Borgo, ha ancora senso l’impianto?

Acciaieria a Borgo, ha ancora senso l’impianto?

 

 

“Usare la testa” significa convenire sulla decisione politica di dismettere la fabbrica di Borgo, pianificandone la bonifica, restituendo così una parte della dignità rubata alla Valsugana.

Nello stesso tempo, fosse dimostrato che l’acciaio ce lo dobbiamo produrre invece di delegarne la produzione ai Cinesi, Provincia e sindacati potrebbero promuovere un sondaggio tra i residenti da Mattarello fino a Rovereto, spingendosi fino dalle parti della ex Montecatini di Mori, per sondare la disponibilità ad ospitare una nuova moderna acciaieria, magari progettata da una archistar, con tutti gli accorgimenti per contenere ogni emissione “entro i limiti di legge”.

Se gli esiti del sondaggio non fossero quelli sperati, rimarrebbe da esplorare la zona tra la Rotaliana e Salorno.

 

Redazione Ecce Terra

Trento, 17 ottobre 2012

 

 

Clicca sull'immagine