ECCE ITALIA

Gatti, volpi, F35, CEI...

Gatti, volpi, F35, CEI...

 


Non vedi che è un vero affare

non perdere l'occasione

se no poi te ne pentirai

non capita tutti i giorni

di avere due consulenti

due impresari, che si fanno

in quattro per te!...

Avanti, non perder tempo, firma qua

è un normale contratto è una formalità

tu ci cedi tutti i diritti

e noi faremo di te

un divo da hit parade!

(Edoardo Bennato - Il gatto e la volpe)

 

F-35: è cominciato lo shopping

Famiglia Cristiana - Flavio Lotti, 11 dicembre 2012

 

 

 

Riforma Forze Armate - "... Quanta fretta ma dove corri, dove vai?"

Sentire, 3 gennaio 2013


3 gennaio 2012 - Avete mai visto i parlamentari precipitarsi in questo modo dinanzi al dramma della povertà, della disoccupazione, dell'esclusione sociale, della corruzione o delle mafie? Così Flavio Lotti Coordinatore nazionale della Tavola della pace a proposito della riforma lampo delle Forze Armate da parte della Commissione Difesa.

Un record: in soli 75 minuti hanno approvato il disegno di legge delega di revisione delle Forze Armate.

"È stato un Natale amaro, un natale ‘armato’". A dirlo al portale unimondo.org diretto da Fabio Pipinato è padre Alex Zanotelli che con amarezza (e rituale coraggio) scrive di essere rimasto amareggiato dal silenzio della Conferenza Episcopale Italiana.

"Altro che ‘pace in terra agli uomini di buona volontà’ che è il cuore del messaggio natalizio e anche di quello per la Giornata per la pace che si celebra ogni primo gennaio. Il nostro paese sceglie ancora una volta la via della morte invece della vita" ha dichiarato il battagliero sacerdote che il 10 dicembre era a Roma a protestare contro la Riforma delle Forze Armate voluta dal Ministro della Difesa, l'ammiraglio Di Paola.


Flavio Lotti aveva lanciato l'allarme qualche giorno prima dal portale ildialogo.org"Hanno preso il testo uscito dal Senato e in quattro e quattr'otto lo hanno passato all'aula di Montecitorio, gli hanno dedicato 6 sedute, 8 ore e 40 minuti. In pratica una sola giornata di lavoro per fare quella riforma delle FFAA che non hanno fatto negli ultimi 20 anni".

E del dibattito a Montecitorio che ne è stato? Nessun giornale ha ritenuto di soffermarsi sulla questione. "Quel pomeriggio eravamo a Roma davanti al Parlamento per protestare con una gigantesca bandiera della pace che occupava la larghezza dell'anti-piazza davanti al parlamento - scrive Zanotelli - eravamo lì per chiedere ai parlamentari di non votare la riforma delle Forze Armate. Tutto inutile! Quel pomeriggio il Parlamento ha definitivamente approvato il disegno di legge delega. La destra ha votato compatta a favore, nonostante avesse appena sfiduciato il governo. Il PD, nonostante alcune voci contrarie, ha pure votato a favore. Unico partito contrario: IDV".


"Ma si può trattare in questo modo una riforma così importante? Omettendo un lavoro di analisi di una materia delicata che è compito primario di ogni parlamentare" commenta Flavio Lotti che conclude amaro: "Queste cose si fanno solo per gli F35 e per la potente lobby del complesso militare-industriale".

Sulla fretta, Lotti ha dichiarato: "L'ammiraglio Di Paola ha preteso di scrivere anche i decreti attuativi della riforma pur essendo alla fine della legislatura". L'ipotesi di Lotti è che i militari abbiano voluto decidere come riorganizzare le Forze Armate, temendo il risultato delle prossime elezioni. "Io lo considero uno scandalo insopportabile. A nulla sono valsi gli inviti a precisare e migliorare il testo della delega. A nulla sono valsi i nostri appelli al buon senso e le nostre osservazioni puntuali".

Il governo Monti sapeva che le dimissioni erano vicine: bisognava fare presto.