Articoli

La schiavitù da cellulare

La schiavitù da cellulare

l’Adige – Alessandro Tamburini, 22 luglio 2016

Smartphone e social network hanno ormai una diffusione di massa. È uno degli ultimi effetti della rivoluzione scoppiata già molti anni fa, con l’incontro tra Rete e telefonia cellulare. Appartengo alla generazione nata e vissuta a lungo prima del loro avvento e so che questo può aumentare le mie riserve, per cui vado cauto con i giudizi. Ma vi sono aspetti del fenomeno che trovo fuori di dubbio sgradevoli e inquietanti. Un primo esempio: la tendenza di molti a interrompere un discorso per controllare all’istante in Rete la veridicità di un’affermazione, o cercare un’informazione che in quel momento sfugge. Mi pare più interessante che si parli facendo appello a quello che si sa, si ricorda, mettendo in conto anche i propri limiti… Ma soprattutto c’è il rischio di fare delle conoscenze un oggetto di scommessa, fino a una delega del sapere vera e propria. Spesso ne vedo già vittime i ragazzi.

Continua

 

Joomla25 Appliance - Powered by TurnKey Linux